SHARE

E’ stata una dei “colpi” di mercato invernali della Viterbese, grazie alla sua esperienza (nonostante abbia compiuto 19 anni lo scorso 28 maggio) e carisma in retroguardia; la pandemia le ha impedito di dare un contributo ancora maggiore alla causa gialloblu, ma Elisa Anania non si dà per vinta e vede all’orizzonte un futuro roseo per la sua squadra.

Elisa, come stai passando questa lontananza forzata dal campo?
«E’ difficile, fra alti e bassi. Perché il campo mi manca sempre di più ogni giorno che passa. Andare agli allenamenti, giocare le partite, stare con le mie compagne…Ho una voglia matta di rivivere al più presto tutto ciò, speriamo che sia possibile a breve. Naturalmente seguo il piano di allenamenti che ci è stato consegnato ma stare lontana dal campo, che è la mia seconda vita, è davvero brutto».

Nel frattempo c’è la musica: qualche settimana fa abbiamo pubblicato su Facebook un tuo video mentre ti esibisci in una delle tue canzoni
«Faccio rap, e la musica è l’altra mia grande passione. Sono in fase creativa continua. Tra poco dovrebbe uscire il mio nuovo album, al momento sono nella fase di perfezionamento»

Calcio o musica?
«Eh, è difficile rispondere però scelgo il calcio. E comunque la musica va di pari passo perché non posso scendere in campo se prima non ho ascoltato qualcosa. Il calcio è tutto per me, ma la musica mi accompagna».

Sei stata tesserata durante il mercato invernale: sei felice della scelta fatta?
«Assolutamente. Sono orgogliosa di vestire questa maglia e fiera delle mie compagne. Dal punto di vista personale sono contenta di quello che ho potuto fare e dell’apporto dato alla squadra, anche se purtroppo la pandemia ci ha bloccate quando eravamo in un buon momento. Peccato anche perché mancavano solo due partite alla fine del campionato. Poi per me è stato davvero bello potersi riscattare con questi colori dopo aver vissuto esperienze poco felici che mi avevano addirittura fatto pensare di smettere. Ma la Viterbese mi ha fatto credere nuovamente in questo sport e nelle mie capacità».

E’ un po’ presto, ma lo sguardo è già rivolto alla prossima stagione
«Certo che sì. Non vedo l’ora di riprendere gli allenamenti e di prepararmi per il campionato. Sarò ancora più carica e vogliosa di fare bene. Credo nel progetto della società e nelle nostre ambizioni. Mi aspetto grandi cose».

Come passerai l’estate?
«Facendo musica, godendomi le piccole cose della vita come le passeggiate col mio cane. E naturalmente allenandomi!».