SHARE

Vigilia della 15a e quart’ultima giornata di campionato per la Viterbese femminile, che domani pomeriggio (calcio d’inizio alle 15, arbitra il signor Cosimo Ferrara della sezione di Ciampino) a Monte Compatri affronta l’Atletico Lodigiani.

Le due squadre si sono già affrontate due settimane fa in Coppa Lazio, con le gialloblu che si sono imposte per 2-0 al termine di un match combattuto ma tenuto saldamente in mano dall’inizio alla fine.

Obiettivo primario i tre punti per continuare la rincorsa alla seconda posizione, attualmente occupata dal Frosinone avanti di tre lunghezze, ma che domani affronterà in trasferta la capolista Cassino. Ma soprattutto cancellare il ricordo della recente vittoria perché ogni partita è a sé, come ammonisce mister Edoardo Artistico al termine della rifinitura di ieri: «La Lodigiani è  sicuramente rinforzata rispetto alla gara senza storia di campionato dell’andata, nella quale tra l’altro si era presentata con sole dieci ragazze, e in Coppa l’abbiamo visto. Anche se quel 2-0 a parer mio poteva essere decisamente più largo viste le tante occasioni da gol fallite. Come dico sempre, però, pensiamo a noi e a quello che abbiamo provato in settimana perché se riusciamo a giocare come sappiamo allora possiamo mettere in difficoltà tutte le avversarie, e l’abbiamo dimostrato».

L’atteggiamento della squadra è quello giusto: «Sì, soprattutto l’allenamento di rifinitura è stato fatto con buona intensità e con la concentrazione adatta. Saranno queste secondo me le caratteristiche che serviranno prima di tutto per portare a casa i tre punti. Sarà la prima di quattro finali, nelle quali vogliamo conquistare bottino pieno. Se ci riusciremo saremo sicure di chiudere al secondo posto e sarebbe un risultato straordinario come prima stagione di attività. Ci proveremo con tutte le nostre forze, e in cuor mio sono convinto che ce la faremo. Però ragioniamo una partita alla volta, passo dopo passo. Domani ci aspetta una partita da affrontare col massimo rispetto per l’avversario, umiltà e spirito di sacrificio. Poi, da lunedì, penseremo al resto e alle prossime sfide che ci aspettano. Ma la testa è alla Lodigiani, senza dubbio».